farina senatore cappelli biologica

farina senatore cappelli biologica

Farina di grano duro (tipo 2) di Grani antichi Siciliani dell’azienda BioMadreTerra. La Farina biologica molita a pietra Senatore Cappelli, è caratterizzata da una granulometria irregolare ed è l’ideale per la pasta fatta in casa, ma è ottima per altri prodotti da forno come schiacciate o focacce.

Condividi

Quantità

Descrizione

Con la farina di grano duro Senatore Cappelli torniamo indietro nel tempo per ottenere un prodotto di alta qualità. Selezionato in Italia a inizio ‘900 (vedi la scheda curiosità), la farina di grano duro Senatore Cappelli presenta della proprietà uniche e molto importanti per la salute, ma anche per l’ambiente e la sostenibilità.

La farina di grano duro Senatore Cappelli, infatti, si presta ad una elevata digeribilità grazie al suo basso indice di glutine, inoltre è molto ricca di flavonoidi e antiossidanti che hanno proprietà antinfiammatorie e regolarizzano il transito intestinale.

Questa farina non è soltanto salutare, ma è anche molto saporita e profumata, proprietà che dona ai preparati dei gusti unici e molto diversi rispetto ai prodotti industriali.

Altra importante caratteristica riguarda la pianta di frumento: il grano Senatore Cappelli possiede delle radici profonde che riducono la necessità per la pianta stessa di essere concimata. Inoltre, cresce molto bene su terreni aridi e rocciosi e questo riduce la quantità di acqua necessaria alla sua coltivazione, la farina di grano duro Senatore Cappelli strizza anche un occhio all’ambiente, così come tutte le farine di grani antichi.

VALORE ENERGETICO 352kcal/1493 Kj
Proteine 14,5 g
Carboidrati 66,2 g
di cui ZUCCHERI 1,0 g
Grassi 2,8 g
di cui SATURI 2,2 g
Fibre <0,1 g

Il grano antico Senatore Cappelli ha da raccontare una storia molto interessante e come il nome stesso ci suggerisce, è un omaggio a chi ne ha permesso la selezione agricola e la commercializzazione.

Erano gli inizi del ‘900 e l’Italia importava il grano per la maggior parte da Stati Uniti e Unione Sovietica e non era in grado di raggiungere l’autosufficienza tramite la produzione interna. E allo stesso tempo, per quanto l’Italia fosse un paese principalmente rurale, in molti soffrivano la fame.

Fu allora che Raffaele Cappelli (Parlamentare Italiano, Senatore della Repubblica e presidente dell’Istitituto internazionale dell’Agricoltura) affidò al genetista e agronomo Nazareno Strampelli, il compito di selezionare delle varietà di frumento più resistenti e dalla resa migliore.

Il lavoro di Strampelli fu eccezionale e incrociando sementi di diverse varietà, selezionò grani speciali che resistevano a condizioni atmosferiche critiche e potevano essere coltivate in aree montane e in luoghi aridi.

Tra le varietà selezionate, una delle migliori fu l’incrocio tra grani autoctoni del sud Italia e una varietà di grano tunisino, il Jeanh Rhetifah.

Il prodotto di questo incrocio fu proprio il grano a cui venne dato il nome Senatore Cappelli, in onore del diretto committente delle sperimentazioni.

(Strampelli produsse più di 60 varietà diverse di frumento a cui diede i nomi ispirandosi a ciò che lui amava o stimava, abbiamo infatti la varietà Carlotta (sua moglie), Dante, Gregorio Mendel, Apulia ecc)

In un articolo scientifico di Marzo 2019 una ricerca italiana suggerisce come la farina di grano antico Senatore Cappelli potrebbe essere efficace nel ridurre i sintomi infiammatori nei soggetti non celiaci ma con sensibilità al glutine.

Le motivazioni di questa efficacia risiederebbero nelle diverse caratteristiche nutrizionali tra la farina Senatore Cappelli e quelle industriali.

Le farine industriali sono prodotto di selezioni che tendono a favorire varietà di frumento con elevati indici di glutine (ne è prodotto di più dalla pianta). Il risultato sono delle farine che sono più adatte alla panificazione industriale: resistono ai trattamenti meccanici, sono più elastiche e resistono meglio alle alte temperature. Infine vengono raffinate con conseguente impoverimento dei valori nutrizionali.

La farina di grano antico Senatore Cappelli non può essere lavorata con tecniche industriali e le piante crescono in terreni aridi e accidentati. Questi due fattori rendono la farina di grano antico speciale sia perché possiede un alto contenuto di metaboliti secondari (flavonoidi in primis) che hanno azione antiossidante, ma anche dal punto di vista ambientale si ha un grosso vantaggio. La coltivazione di questa varietà di grano antico richiede meno acqua e meno concime rispetto le varietà moderne ed industriali.

Referenze:

https://www.associazioneitaliananutrizionistincucina.it/post/grano-senatore-cappelli-e-intolleranza-al-glutine-non-celiaca

Un prodotto a base di varietà di grano duro è efficace nel ridurre i sintomi nei pazienti non celiaci con sensibilità al glutine: una sperimentazione crossover randomizzata a doppio cieco. Gianluca Ianiro , Gianenrico Rizzatti, Marco Napoli, et. Al. Marzo 2019

Richiedi informazioni per farina senatore cappelli biologica

    Recensione del cliente

    5 stelle 0 0 %
    4 stelle 0 0 %
    3 stelle 0 0 %
    2 stelle 0 0 %
    1 stella 0 0 %

    Recensioni

    Non ci sono ancora recensioni.

    Recensisci per primo “farina senatore cappelli biologica”